Carissimi BookLovers,

oggi sono qui con nuove nomine, ricevute da Solo M. di Nata a Pagina 88 e Silvia di Controletture. Mi scuso con loro per il ritardo accumulato nel rispondere ma vedrò con il mio rientro di tornare operativa al più presto.

Passiamo ora alle mie risposte…

Liebster Award #3 e #4

 

REGOLAMENTO

1. Ringraziare chi ti ha premiato (vedi introduzione)

2. Inserire il banner del premio

LA

3. Rispondere alle 11 domande dei blogger che ti hanno nominato

4. Nominare 11 blog con meno di 200 followers

5. Formulare 11 domande per i blogger nominati

6. Informare i blogger della nomination

Iniziamo con le domande di Silvia…

Perché la necessità di scrivere in un blog?

Per la mia voglia di esprimere la mia passione per la lettura, consigliare e venire consigliata sulle lettura, scoprire nuovi autori e fare conoscenza con persone che condividono il mio amore per i libri.

Tre aggettivi per descriverti.

Caparbia, generosa, bookaholic.

Un episodio della tua infanzia che ti ispira tenerezza.

Mi raccontano che, da brava figlia unica, avevo un’amica immaginaria che poi è scomparsa una volta entrata all’asilo. Io non me la ricordo però 😛

Una cosa brutta…?

Fortunatamente niente di traumatico è avvenuto nella mia infanzia. Mi sento fortunata!

Hai un genere letterario che proprio non riesci a digerire?

Per ora ho letto di tutto, più del genere mi attira la trama!

Se avessi il dono dell’invisibilità, cosa faresti e/o dove andresti?

Oh oh, bella domanda. Però più che essere invisibile vorrei il pacchetto completo con ubiquità e far comparire gli oggetti con lo schiocco delle dita. Chiedo troppo?

Tre aggettivi per descrivere il libro che stai leggendo (o l’ultimo che hai letto).

Emozionante, misterioso, coinvolgente.

Hemingway, con la sua teoria dell’iceberg sosteneva che “L’importante è quel che non si vede.” Quanto sono importanti per te le descrizioni accurate e precise? Secondo te lasciano poco spazio all’interpretazione/immaginazione?

Penso che le descrizioni siano fondamentali ma allo stesso tempo debbano essere ben equilibrate. Spesso gli autori dicono troppo e tolgono la magia (oltre ad annoiare il lettore) altre volte invece si avrebbe bisogno di un aggettivo, una frase in più per cogliere la sfumatura che manca.

Lieto fine o no?

Si si e si…

Sono alla ricerca di letture particolari e interessanti. Consigliami un libro che ti ha particolarmente colpito.

Tiro l’acqua al mio mulino e dico Olocausto, il primo libro che ho recensito sul blog. Un capolavoro. Qui il link alla mia opinione 😉

Un limite oltre il quale ti spingeresti?

La conoscenza assoluta… Volete mettere non dover più studiare e imparare???

… e ora quelle di Solo M.

Da dove arriva il nome del tuo blog? Perché lo hai scelto?

Come spiego nella sezione “About” il nome si riferisce alle mille sfumature di colori e profumi che i libri possono evocare.

Giulio Cesare attraversando il Rubicone sembra abbia esclamato “Il dado è tratto!”. C’è stato un momento nella tua vita in cui ti sei sentito così? E in cosa ti ha cambiato?

Domanda ardua. Probabilmente il cambiamento più repentino e meno ponderato è stato il mio recente viaggio di lavoro a Vienna. Neanche una settimana per pensarci e già ero in aereo verso una nuova meta.

Se ripensi a quando eri bambino, cosa sognavi di essere da grande? Hai realizzato ciò che immaginavi?

Come ogni bambino ho attraversato tutte le fasi del “da grande voglio fare…”. La più allucinante era l’idea di fare l’astronauta. Chiaro che non si è realizzata 😛

In quale personaggio della letteratura ti rispecchi maggiormente?

Più che rispecchiarmi in un personaggio prendo piccoli pezzi dai tanti personaggi femminili che hanno attraversato le pagine che ho letto. Ma il più affascinante resta per me Rossella O’Hara.

Quale personaggio invece incarna ciò che vorresti davvero essere anche se (magari attualmente) è molto diverso da te?

Ho già citato Rossella, e anche se per egoismo ed egocentrismo non è certo un esempio da prendere a modello, ed è tutto il contrario di me, adoro la sua testardaggine e la sua voglia di migliorare nonché di rompere gli schemi. E poi quella sua capacità di rimandare al domani senza pensarci troppo che sarebbe una manna dal cielo per chi come me rimugina all’infinito.

Quale personaggio invece hai odiato fin da subito?

Difficile trovarlo così su due piedi, uno che proprio si odia “a pelle” nei libri.

Se dovessi consigliare ad un bambino la sua prima lettura, che titolo ti verrebbe in mente?

Piccole Donne, il mio primo romanzo.

C’è un classicone amato da tutti che invece a te proprio non è piaciuto? E se sì quale?

Il Grande Gatsby mi ha lasciato l’amaro in bocca. Ho faticato a finirlo ma voglio riprenderlo in mano e dargli una seconda possibilità.

C’è stato invece un libro che inizialmente non ti aveva preso per nulla e che invece si è rivelato uno dei tuoi preferiti?

Per ora no, se un libro non mi attira fin dall’inizio difficilmente entra nella mia “rosa”.

Se oggi scrivessi il libro della tua vita, che titolo vorresti dargli? E che immagine per la copertina?

Sempre avanti… Come immagine magari un treno a vapore in corsa tra i campi verdi.

A chi dedicheresti la tua opera più importante?

Posso essere egoista come Rossella anche io e rispondere “a me stessa”???

4 – Nominare 11 blog con meno di 200 followers

Oddio, siete così tanti/e e tutti/e meritevoli che lascio aperta la nomina a chiunque volesse divertirsi e rispondere alle domande 🙂

5 – Formulare 11 domande per i blogger nominati

  1. Quando e perché hai aperto il blog?
  2. Un libro che consigli assolutamente?
  3. Genere letterario preferito?
  4. Ti piacciono più i libri di cui parlano tutti o preferisci quelli poco conosciuti?
  5. Ebook o cartaceo?
  6. Autori italiani o stranieri?
  7. Lettura in lingua originale o in traduzione?
  8. Altre tue passioni oltre la lettura?
  9. Libro e film. Il film deve essere fedele al libro?
  10. Shopping in libreria o su internet?
  11. Se dovessi scegliere un cibo, a quale paragoneresti il “gusto” per la lettura?

E ora passiamo alla seconda nomina di Solo M. Ovvero il #booktag…

Happy Book!

In questo #tag, a differenza degli altri, ci sono le stesse domande per tutti e quindi ci si può confrontare. Buona lettura e aspetto di confrontarmi con le risposte degli altri nominati!

Cosa ami nel comprare nuovi libri?

L’euforia dell’attesa di aprire le pagine e immergermi in una nuova avventura.

Quanto spesso compri libri?

Non ho una tabella di marcia. Di solito amo comprare in Internet approfittando delle offerte e con lo stesso budget portarmi a casa più libri, magari puntando anche sull’usato.

Libreria o negozio on-line?

Tutti e due, ma come detto nella precedente risposta ultimamente preferisco comprare online per risparmiare e avere più libri e anche per comodità, perché non sempre riesco a entrare in libreria.

Hai una libreria (bookstore) preferita?

Non proprio. Più che altro mi muovo per comodità di luoghi e per vicinanza con i posti che frequento.

Preordini i libri?

Mai fatto. È raro non riesca ad aspettare e mi fiondi subito sulle nuove uscite. Ultimamente mi è capitato solo con i libri di Kate Morton.

Hai un limite prefissato di libri acquistabili in un mese?

Ancora una volta no. Il portafoglio fa la sua parte.

I divieti di acquisti sui libri fanno per te?

Mai capitato.

Quanto è lunga la tua wish-list?

Abbastanza. Anche se viene spesso ritoccata magari perché scopro di volere un altro libro o perché dopo aver letto parecchie opinioni negative rinuncio.

E infine… Nomina tre libri che vorresti possedere ora.

In realtà vi rispondo con tre libri che ho comprato da poco (ne parlo nel mio ultimo Book Haul):

  • La casa delle sorelle di Charlotte Link. Un’autrice che ho rivalutato molto nell’ultimo periodo e che sto apprezzando sia nei thriller sia nei romanzi a sfondo storico.
  • Le bestie di Rechnitz di Sasha Betthyány su un periodo storico, la Seconda Guerra Mondiale e il nazismo, che da sempre attirano il mio interesse.
  • Suite francese di Irène Némirovsky, altra autrice molto amata e che ho in wishlist da un po’ con questo romanzo.

Anche qui dovrei nominare 4 blog, ma come per il Liebster Award lascio a voi la scelta di partecipare e, se volete, taggarmi per farmi conoscere le vostre risposte.

A presto!

Annunci