“Si rese conto che la casa non era un posto fisico. Era l’insieme delle relazioni che aveva con ogni cosa che toccava, vedeva e sentiva quotidianamente. Era la certezza di essere in un posto familiare e di sentire l’odore di un sentiero conosciuto.”

Carissimi BookLovers,

eccomi finalmente con la mia opinione su questo romanzo che mi ha colpito per vari motivi, in primis l’ambientazione temporale e geografica, che ci trasporta nel mondo della magica Ceylon al seguito di una giovane inglese che, lontano dalla famiglia e dalla terra natale, imparerà che nella vita non sempre tutto va come ci si aspetta e che le colpe del passato sono pronte a seguirci come spettri.

WP_20160704_16_52_43_Pro

Autore: Dinah Jefferies
Casa editrice: Newton Compton
Anno pubblicazione: 2016
Pagine: 412
Prezzo: € 9,90

Trama Newton Compton

Londra, anni Venti. Gwendolyn Hooper, giovane donna inglese appena sposata, si trasferisce nella lontana isola di Ceylon per raggiungere il marito. Ma l’uomo che le viene incontro nella piantagione di tè non è lo stesso di cui si era innamorata in Inghilterra tempo addietro. Distante e indaffarato, Laurence trascorre le giornate nella piantagione, lasciando la sua sposa da sola a occuparsi della casa, della servitù e delle nuove incombenze. La grande casa coloniale, agli occhi di Gwendolyn, appare un luogo misterioso, con porte chiuse a chiave e indizi di un torbido passato: in un baule polveroso è nascosto un vecchio velo da sposa ingiallito e le ombre del giardino celano una piccola tomba… Quando Gwen rimane incinta, suo marito è finalmente felice e tutto sembra andare per il verso giusto, ma c’è poco tempo per festeggiare. Al momento del parto la neomamma dovrà prendere una decisione terribile, di cui non potrà fare parola con nessuno, neanche con Laurence. Quando, infine, arriverà il momento della verità, Gwen sarà in grado di spiegare che cosa ha fatto e perché?

La mia opinione

Chiudete gli occhi e cercate di immaginare le immense piantagioni di tè, l’aria che profuma di cannella e gelsomino, l’odore della terra bagnata dopo le grondanti piogge monsoniche. Seguendo Gwen il lettore viene catapultano in un mondo magico, evocativo, ancestrale e in una storia di inganni, presunti tradimenti, gelosie, avidità alla scoperta dei riti delle antiche piantagioni di tè, dei rapporti fra inglesi e nativi, del folklore di un’isola che si sta riscoprendo nella sua identità ma anche nelle sue fratture interne. Dalle case coloniali inglesi ai villaggi singalesi fino a New York, dalla lotta per i diritti dei nativi al crollo della borsa di Wall Street del 1929, attraverso i grandi cambiamenti della storia e la capacità di aprirsi, nonostante tutto, con fiducia al futuro l’autrice ci propone è un autentico salto nel tempo e nello spazio e nella vita di una giovane donna che dovrà convivere con usi e costumi a lei estranei e con il peso delle colpe del passato.

Motore del racconto è proprio Gwen, giovane eroina che si scoprirà donna forte e fragile al contempo, un personaggio vero e capace di suscitare una forte empatia con il lettore. Con lei altri personaggi intensi, enigmatici, che nascondono un passato di colpe taciute. Cosa si nasconde dietro la malinconia che spinge Lawrence, il marito di Gwen, ad essere tenero e scostante allo stesso tempo? Cosa spinge la cognata Verity a odiare Gwen? Cosa tace la vecchia ayah Naveena su Caroline, la prima moglie di Lawrence, e su loro figlio Thomas?

Una lettura così struggente da portare il lettore alle lacrime. Equivoci, paure, sensi di colpa costellano i rapporti fra i personaggi. Le parole non dette aleggiano fra loro. E il lettore non può che sentirsi trascinato in questo vortice di incomprensioni e tradimenti ma che lascia comunque aperto un futuro di riscatto. E se avessero fatto delle scelte diverse? Ognuno di loro dovrà imparare a convivere con il suo passato e pensare che forse il futuro non redimerà le loro colpe ma li renderà più uniti e capaci di affrontare insieme i loro fantasmi.

Chi di voi ha letto il libro o ce l’ha in wish list? Vi aspetto per commentare insieme!

A presto!

Annunci