“La cucina si era messa a vacillare attorno. Quello che stava facendo non aveva senso. Non sarebbe riuscita a chiarire niente. Né ora né mai. Sua madre non si sarebbe mai pentita. Non avrebbe neppure capito. Sua madre era convinta di essere lei la vittima.”

Carissimi BookLovers,

bentornati fra queste pagine. Scusate il ritardo ma tra vari impegni sono riuscita solo oggi ad aggiornare il blog con la mia opinione dell’ultimo libro letto che, come ricordavo nel WWW Wednesday di questa settimana, è un altro intenso thriller psicologico firmato dalla scrittrice tedesca Charlotte Link, che già mi aveva catturata con   Nobody. Per questo ho subito reperito un altro dei suoi romanzi e voglio raccontarvi le mie impressioni su questa nuova lettura.

WP_20160519_11_56_22_Pro

Autore: Charlotte Link
Anno prima pubblicazione: 2011
Editore: Corbaccio
Pagine: 527
Prezzo: € 18,60

Trama Corbaccio

Osserva le vite degli altri. Osserva la vita delle donne. Le osserva e finge di vivere al loro fianco. Conosce tutto di loro mentre fugge da se stesso. Da osservatore si innamora di Gillian Ward, donna in carriera, un matrimonio felice, una bellissima bambina. L’osservatore vive una perfetta e felice vita illusoria con lei, a distanza. Finché si accorge dell’inganno che egli stesso ha ordito, finché si accorge che niente è come sembra. Intanto Londra è sconvolta da una serie di efferati omicidi. Le vittime sono donne, uccise in modo sadico. la polizia cerca uno psicopatico, un uomo che odia le donne, uno che le osserva.

La mia opinione

Se Charlotte Link con Nobody mi aveva convinta a riprendere in mano un suo thriller, con Oltre le apparenze ha confermato di essere un maestro del genere. L’opera è più corposa e intensa della precedente, e sfrutta l’intreccio fra personaggi apparentemente slegati fra loro per condurre il lettore nel vortice di morti disseminati da un assassino che “odia le donne”. Due donne uccise in modo sadico e un uomo sono le vittime apparentemente casuali di un killer che riesce a passare inosservato e a non lasciare alcuna traccia del suo passaggio. La polizia si trova coinvolta con una vittimologia comune, due anziane donne che vivono isolate dal mondo, ma le ricerche vengono sconvolte dall’assassinio di Tom Ward, brillante imprenditore, sportivo, una famiglia felice. Possibile che il vero obiettivo dell’assassino fosse sua moglie Gillian? Da quel momento la storia prende dei risvolti inaspettati e conduce il lettore dritto nelle braccia dell’assassino.

La Link riesce a spiazzare il lettore sin dalle prime pagine, scegliendo di raccontare gli avvenimenti secondo la cronologia temporale e introducendo pian piano i vari personaggi. L’intreccio si infittisce dunque con lo scorrere delle pagine e lascia il lettore incapace di trovare la soluzione, che si rivela nelle ultime 100 pagine con tutta la sua sconcertante portata.

Il finale è sicuramente la parte che mi ha maggiormente coinvolto. Nel momento in cui il lettore prende coscienza di chi sia il colpevole la tensione narrativa, che era rimasta sopita nella prima metà del libro, cresce pagina dopo pagina. Ho infatti faticato non poco nella prima parte del libro, che si dilunga molto e non apporta alcun elemento d’effetto al lettore. Complice anche la scelta dell’autrice di non regalare, come nel precedente romanzo, un’immagine molto positiva della polizia che si rivela del tutto incapace di muoversi e di porsi le giuste domande. Quando, alla fine, il mistero viene svelato, rimane al lettore il senso di impotenza di fronte alla storia dell’assassino. La sua lucidità e la sua follia che si fondono nel profondo, la sua capacità di ingannare tutti, la sua storia così toccante da non redimerlo o giustificarlo ma da rendere logica e profondamente reale ma anche comprensibile la sua follia omicida. E non immedesimarsi con lui, con i suoi ragionamenti, con il suo dolore e la sua voglia di riscatto diventa impossibile. Il lettore non sarà, in fondo, in grado di condannarlo.

Se siete amanti del genere, questo thriller è da leggere.

Vi aspetto per commentare insieme!

A presto.

 

 

 

 

 

Annunci